Pubblicazioni

5. Appendice – Raccolta di Casi d’uso

29  9 Aprile 2019 0


5. Appendice – Raccolta di Casi d’uso

1. Istituzione di un registro unico nazionale circa le prescrizioni terapeutiche farmacologiche in corso d’assunzione da parte del paziente; attualmente esistono più fonti frammentate di verità.
(paragrafo 3.1)

2. Certificazione dei dati e convalida delle prove di sperimentazioni e trials farmacologici a fianco di altre funzionalità per l’accesso regolamentato a dati anonimizzati a scopi di ricerca.
(paragrafo 3.1)

3. Sistemi di tracciabilità e anti-contraffazione NFC della catena logistica e dei presidi sanitari (protesi, strumenti chirurgici, farmaci, IoMT, ecc.) e prevenzione di errori per verificare la compatibilità di determinati presidi con specifici trattamenti.
(paragrafo 3.1)

4. Single Source of Truth per assicurazioni sanitarie, con dati provenienti da dispositivi IoMT non falsificabili.
(paragrafo 3.1)

5. Dati personali controllati dal paziente stesso: potrà concedere, monitorare, delegare e revocare l’accesso ai propri dati sanitari, in forma completa. Il paziente (ma anche il garante nazionale), tramite meccanismi di auditing intrinsechi alle blockchain, potrà verificare in ogni momento da chi, come, in che forma e perché sono stati usati i propri dati sanitari.
(paragrafo 3.2)

6. Controllo in tempo reale dei Centri di Costo interni per favorire politiche di ripartizione accurata delle risorse economiche, di verifica dell’effettivo uso del presidio e di riduzione degli sprechi (dovuti, per citare un aspetto, a scadenza di farmaci inutilizzati).
(paragrafo 3.3)

7. Sistema per la gestione transazionale su blockchain delle pratiche per l’ottenimento di un determinato status di invalidità, presidio o anche semplice pagamento ticket
(paragrafo 3.3)

8. Sistema a facilitazione della risoluzione di dispute in ambito sanitario sulla base di dati condivisi e verificabili da un arbitro/garante.
(paragrafo 3.3)

9. Coordinamento unificato degli stakeholders afferenti alle aziende ospedaliere come ASL, ARPA, soggetti convenzionati, farmacie ma anche fornitori, laboratori e cliniche private.
(paragrafo 3.3)

10. Sistema nazionale per la gestione centralizzata dell’identità digitale del paziente basata su blockchain, sia per l’attribuzione automatica dei costi collegati ai relativi DRG sia per la deframmentazione e deduplicazione dei dati.
(paragrafo 3.3)

11. Blockchain transazionale con dati certificati, auto-verificati ed ispezionabili da enti di controllo per l’applicazione delle regole relative ai DRG, controllo, scambio di informazioni ed eventuale attribuzione economica tra Regione, Azienda Ospedaliera e Centri di Costo interni (cliniche, servizi, ecc..) o esterni (soggetti convenzionati).
(paragrafo 3.3)

12. Sistema a supporto dei medici di famiglia per accedere in tempo reale ai dati inseriti dagli operatori sanitari, laboratori di analisi esterni, caregivers e per analizzare i flussi informativi provenienti dai dispositivi IoMT personali.
(paragrafo 3.4)

13. Modelli previsionali degli accessi ospedalieri, prenotazioni di trattamenti e DSS per l’indirizzamento verso i migliori centri di cura sulla base dell’analisi NLP di richieste, lettere di dimissioni, documentazione clinica, indicazioni online dei medici di famiglia e altre fonti.
(paragrafo 3.4)

14. Favorire la compliance e partecipazione ai piani di cura prescritti dai medici tramite meccanismi di responsabilizzazione, verifica dell’adesione al piano (accessi, trattamenti, prestazioni ed informazioni provenienti da dispositivi IoMT). L’obiettivo è di coltivare in modo virtuoso la capacità pro-attiva di guarigione del paziente riducendo allo stesso tempo i costi del sistema sanitario.
(al paragrafo 3.4 dettagli e metodologia)

15. Promuovere stili di vita sani tramite l’uso di sensori ed app IoMT di monitoraggio. Programmi di prevenzione di malattie croniche (diabete, iper-colesterolemia, iper-tensione, dipendenze da alcool e fumo, ecc.) basati su responsabilizzazione ed incentivi.
(al paragrafo 3.4 dettagli e metodologia)

16. Monitoraggio h24 del paziente, anche in luoghi remoti, per informare e allertare tempestivamente i familiari, medici curanti o assicurazioni su possibili o imminenti eventi avversi. Possibilità di condividere i propri dati tra dispositivi personali e applicativi sanitari eterogenei.
(paragrafo 3.5)

17. Servizio per registrare in blockchain le proprie volontà terminali, testamento biologico, donazione organi, eventi collegati a proprie patologie oltre a mantenere gruppo sanguigno, allergie, protesi ed altre informazioni basilari.
(paragrafo 3.5)

18. Sistemi Informativi Sanitari Regionali interoperabili basati su blockchain capaci di coordinare e connettere i sistemi sanitari territoriali pubblici o convenzionati, laboratori di analisi, operatori/cliniche private e flussi informativi provenienti da dispositivi IoMT in una moderna rete nazionale. Sviluppare applicazioni performanti di analisi di dati temporaneamente copiati su Data Lakes creati ad-hoc in datacenter e distrutti a fine analisi.
(al paragrafo 4 dettagli e metodologia)